Rubrica: Aforismi2018-09-12T13:00:39+00:00

Aforismi

Mercoledì 28 novembre 2018: Paul Valéry

Paul Valéry

 (Sète, 30 ottobre Paul Valéry 1871 – Parigi, 20 luglio 1945)

Fondare sul meraviglioso, e fondare sulle pene e sulle ricompense, ecco le due caratteristiche dalle quali riconosco che una religione è falsa.

Mercoledì 21 novembre 2018: Henry Louis Mencken

Henry Louis Mencken

(Baltimora, 12 settembre 1880 – Baltimora, 29 gennaio 1956)

La religione è fondamentalmente contraria a tutto ciò che ho in venerazione. Coraggio, lucidità, onestà, correttezza, e, soprattutto, amore per la verità.

Mercoledì 14 novembre 2018: Armand Salacrou

Rouen, 9 agosto 1899 – 23 novembre 1989

Armand Salacrou

(Rouen, 9 agosto 1899 – 23 novembre 1989)

L’esistenza di una creazione senza Dio, senza scopo, mi sembra meno assurda che la presenza di un Dio perfetto, che crea un uomo imperfetto per fargli correre il rischio di una punizione infernale.

Mercoledì 7 novembre 2018: Cesare Pavese

aforisma Cesare Pavese

Cesare Pavese

(Santo Stefano Belbo, 9 settembre 1908 – Torino, 27 agosto 1950)

Siccome Dio poteva creare una libertà che non consentisse il male ne viene che il male l’ha voluto lui. Ma il male lo offende. È quindi un banale caso di masochismo.

Mercoledì 17 ottobre 2018: Alexander S. Neill

pedagogista scozzese

Alexander Sutherland Neill

(Forfar, 17 ottobre 1883 – Leiston, 23 settembre 1973)

Personalmente non ho nulla contro chi crede in un Dio, non importa quale. Sono contrario a chi pretende che il suo Dio sia l’autorità che gli permette di imporre delle restrizioni allo sviluppo e alla gioia dell’umanità.

Mercoledì 3 ottobre 2018: Richard Roberts

Premio Nobel per la medicina.

Richard Roberts

(Derby, 6 settembre 1943)

Perché mai si dovrebbe rimpiazzare la religione con qualcosa di diverso dalla sua assenza?

La scienza è conoscenza, mentre la religione è soltanto un costrutto sociale che alcuni

(in genere i deboli) trovano utile, e altri (in genere i potenti) sfruttano per i loro scopi.

Mercoledi 26 settembre 2018: Pietro Pomponazzi

noto anche col soprannome di Peretto Mantovano

Pietro Pomponazzi

(eretico)

(Mantova, 16 settembre 1462 – Bologna, 18 maggio 1525)

Alla filosofia credete fin dove vi detta la ragione, alla teologia credete quel che vogliono i teologi e i prelati con tutta la chiesa romana, perché altrimenti farete la fine delle castagne.

Mercoledì 19 settembre 2018: Johann Joseph Most

Johann Joseph Most

Johann Most

(Augusta, 5 febbraio 1846 – Cincinnati, 17 marzo 1906)

Quanto più l’uomo è religioso, tanto più crede; quanto più crede, tanto meno sa; quanto meno sa, tanto è più ignorante; quanto è più ignorante, tanto è più governabile.

Mercoledì 12 settembre 2018: Guido Morselli

Fu autore di romanzi e saggi che furono pubblicati solo a partire dal 1974, dopo la sua morte, a causa dello sfavore delle case editrici

Guido Morselli

(Bologna, 15 agosto 1912 – Varese, 31 luglio 1973)

Non occorre provare la non esistenza di Dio; basta ricordare che ci sono due cose che, ad ogni modo, contano più di lui, e a cui la fede in lui deve subordinarsi: la verità e la libertà.

Mercoledì 22 agosto 2018: Steve Allen

Musicista attore personaggio televisivo statunitense Talk show

Steve Allen

(New York, 26 dicembre 1921 – Los Angeles, 30 ottobre 2000)

Non è tanto l’asprezza del cuore, non sono le malvagie intenzioni a guidare all’ateismo gli uomini pensanti, quanto piuttosto una scrupolosa onestà e rigore intellettuale.

Mercoledì 15 agosto 2018: Isaac Asimov

scrittore e biochimico

Isaac Asimov

(Petroviči, 2 gennaio 1920 – New York, 6 aprile 1992)

Se non fossi ateo, crederei in un Dio che vuole salvare l’umanità sulla base della sua esistenza e non di ciò che essa crede. Penso che Dio preferirebbe un ateo rigoroso e onesto a questi preti che parlano di Dio in ogni frase e il cui desiderio è di vedervi colpevoli.

Mercoledì 8 agosto 2018: Richard Dawkins

etologo, biologo, divulgatore scientifico, saggista e attivista britannico,

Richard Dawkins

(Nairobi, 26 marzo 1941)

I teisti di oggi ammetteranno di essere completamente atei quando si tratta di Baal e del Vello d’Oro, di Thor e Wotan, di Poseidone e Apollo, di Mithras e Ammon Ra. Siamo tutti atei rispetto alla maggior parte degli dei che gli uomini hanno venerato. Alcuni di noi vanno semplicemente avanti di un dio.

Mercoledì 1° agosto: Margherita Hack

astrofisica accademica divulgatrice scientifica italiana

Margherita Hack

(Firenze, 12 giugno 1922 – Trieste, 29 giugno 2013)

L’etica di un non credente è piú pura e disinteressata di quella di un credente che si comporta bene perché spera nella ricompensa e teme la punizione nell’aldilà.

Mercoledì 25 luglio 2018: Ludwig Feuerbach

aforismi ateo scrittore

Ludwig Feuerbach

(Landshut, 28 luglio 1804 – Rechenberg, 13 settembre 1872)

Quando la morale viene fondata sulla teologia e il diritto su un’autorità divina, le cose più immorali, più ingiuste e più vergognose possono avere il loro fondamento in Dio e venir giustificate.

Mercoledì 18 luglio 2018: George Bernard Shaw

aforisma citazioni ateo

George Bernard Shaw

(Dublino, 26 luglio 1856 – Ayot St Lawrence, 2 novembre 1950)

Il punto di vista secondo cui il credente sarebbe più felice dell’ateo è assurdo, … tanto quanto la diffusa convinzione che l’ubriaco è più felice del sobrio.

Mercoledì 11 luglio 2018: Alexander S. Neill

Alexander S. Neill:

Alexander S. Neill

(Forfar, 17 ottobre 1883 – Leiston, 23 settembre 1973)

Per un fanciullo la religione significa semplicemente paura. Dio è un uomo potente che vede tutto; Egli può vederti dovunque tu sia. Per un fanciullo spesso ciò significa che Dio può persino vedere quello che avviene sotto le coperte. E introdurre la paura nella vita di un fanciullo è il peggiore di tutti i delitti.

Mercoledì 4 luglio 2018: Bertrand Russell

ateo filosofo logico matematico attivista saggista gallese

Bertrand Russell

(Trellech, 18 maggio 1872 – Penrhyndeudraeth, 2 febbraio 1970)

Il mio concetto di religione è simile a quello di Lucrezio: la considero una specie di malattia, frutto della paura e fonte di indicibile sofferenza per l’umanità.

Mercoledì 20 giugno 2018: Christopher Hitchens

Christopher Hitchens

Christopher Hitchens

(Portsmouth, 13 aprile 1949 – Houston, 15 dicembre 2011)

Io non sono solamente ateo. Io sono anche antiteista; io non affermo soltanto che tutte le religioni sono soltanto versioni della medesima menzogna, ma aggiungo che l’influenza delle chiese, e gli effetti delle credenze religiose, sono chiaramente nefasti.