a pagare il lussuoso guardaroba del cardinale è il Comune di Monteroni di Lecce

Vaticano, il successore di Becciu? Si fa l’abito da cardinale da 6mila euro pagato coi soldi pubblici.

Pagati con soldi pubblici i nuovi abiti da cardinale di sua eminenza Marcello Semeraro, fresco successore di Giovanni Becciu alla guida della Congregazione delle cause dei santi, dopo lo scandalo delle elemosine dei fedeli utilizzate per presunte operazioni di speculazione finanziaria. A pagare il guardaroba sarà il Comune di Monteroni di Lecce, paese natale del neo-porporato. E non si parla di vestiti da due soldi: il conto ammonta a 6mila euro.

Il dono, si legge nella delibera comunale, ha una “valenza simbolica e ben augurante” per il nuovo incarico del cardinale Semeraro, ma mira anche a fare “promozione del nome della Città di Monteroni di Lecce a livello internazionale, nonché valorizzazione della sua cultura e delle sue tradizioni e perseguimento dei fini istituzionali dell’Ente nell’ambito delle relazioni pubbliche con le autorità ecclesiastiche”.  (tpi.it)