Il primo cittadino di Vanzaghello, nel Milanese, e il parroco don Armando Bosani in un rito medievale.

VANZAGHELLO (MILANO) – Affida il paese alla protezione della Madonna. Il parroco, penserete. Macché, a farlo è stato Arconte Gatti, sindaco di Vanzaghello (nel Milanese), colui che dovrebbe essere il garante, tra le altre cose, della laicità dello Stato.

Anche questo è uno degli effetti del Coronavirus: una sorta di perdita di lucidità, che porta il capo di una pubblica amministrazione a rispolverare riti di stampo medievale. Con buona pace di Voltaire e degli illuministi tutti, passati invano su questa terra. E con buona pace della scienza, che da Galileo in avanti – siamo a metà del 1500 – si è affermata proprio sul principio della separazione tra fede e ragione. (l’altomilanese)