È accusato di violare i divieti del giudice, stalking e calunnia nei confronti della comunità che ospita un giovane disabile

Esorcismi per curare la psicosi, prete indagato.

Belluno – Messe in giardino urlate attraverso un megafono, sit in di gruppo, accuse di maltrattamenti e sequestro di persona al personale della struttura e incursioni non autorizzate a tutte le ore, anche allo scopo di praticare esorcismi. Un sacerdote in pensione è indagato per stalking, calunnia e violazione reiterata dei provvedimenti del giudice civile, per una lunga serie di episodi legati al ricovero di un giovane all’interno di una comunità alloggio della provincia di Belluno. (corriere delle alpi)