Nel 2008 anche in Italia spuntarono voci di abusi nell'istituto veronese.

A Roma i sordomuti stuprati dai preti del Provolo in Argentina: il Vaticano sapeva.

Alcune di queste vittime saranno a Roma la prossima settimana. Nel frattempo hanno scritto una lettera a papa Francesco per chiedergli un incontro. «Noi siamo stati violentati, torturati da preti cattolici e da personale laico. La nostra storia è terrificante ed è stata nascosta per troppo tempo. Questi crimini non erano un segreto per la gerarchia della Chiesa in Argentina, né per la gerarchia vaticana. Lunedì prossimo saremo a Ginevra al Comitato dell’Onu contro la Tortura e al Comitato dei diritti dell’infanzia. Siamo determinati a mettere sotto accusa anche Papa Francesco e la Santa Sede per non avere fatto nulla per impedire questi crimini» . […] Nel 2008  anche in Italia spuntarono voci di abusi nell’istituto veronese. Quindici sordomuti affermarono di aver subito gravi molestie e abusi nel periodo fra gli anni cinquanta e gli anni ottanta a Verona. Furono pubblicate diverse testimonianze. Le vittime chiesero che fossero rimossi i responsabili dell’istituto. I presunti reati descritti sarebbero tuttavia caduti in prescrizione. (il messaggero)