Le recenti prescrizioni sono state presentate dalla Conferenza episcopale brasiliana come espressione della “linea dura”

Brasile, vescovi vietano a sacerdoti di stare in compagnia di bambini.

Negli ultimi anni, l’istituzione religiosa del Paese sudamericano è stata costretta a pagare, quale risarcimento per le vittime degli abusi perpetrati da sacerdoti, oltre “due milioni e mezzo di dollari”.
Al fine di scongiurare il ripetersi di episodi suscettibili di intaccare l’immagine della Chiesa, la Conferenza episcopale brasiliana ha introdotto misure “drastiche”. (il giornale.it)