Monsignor Antonio Michele Crociata, di Castellammare del Golfo, invita le donne a non denunciare abusi e violenze

Castellammare, il sacerdote che invita le donne picchiate a non denunciare.

“Tra marito e moglie… può capitare” così un prete siciliano minimizza la complessità e la gravità del tema della violenza domestica subita dalle donne: dopo diversi post sul proprio profilo Facebook – con i quali inneggia al premier ungherese Orban e si dichiara antiabortista, antieuropeista e anti legge contro omofobia, misoginia e abilismo – monsignor Antonio Michele Crociata, di Castellammare del Golfo (Trapani) invita le donne a non denunciare abusi e violenze considerando “esagerato” il post con il quale un giornalista invece incoraggia le donne vittime di abusi a chiamare il 1522, numero d’emergenza operativo in tutta Italia 24 ore su 24.  (la repubblica)