In Ticino c'è penuria di sacerdoti. Una cinquantina sono "pensionati", mentre un quarto ha più di 70 anni

Sempre meno preti e sempre più vecchi.

LUGANO – Il Ticino ci sono sempre meno preti. E molti sono anziani e stanchi. A riferirlo – come riporta oggi il Caffé, è la statistica dell’Annuario della Diocesi di Lugano secondo cui risultano 220 sacerdoti, fra diocesani e extradiocesani, il 25% dei quali ha più di 70 anni. Una cinquantina sono “pensionati”, mentre il 18% ha superato i 75 anni.

Non a caso i vescovi riuniti in Vaticano hanno chiesto al pontefice di valutare, laddove vi è scarsità di preti, il sacerdozio per i diaconi con famiglia. (tio.ch)