Jwan Costantini, due assessori, i quattro parroci della città e tre giornalisti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Teramo

Il sindaco di Giulianova (Teramo) Jwan Costantini, due assessori, i quattro parroci della città e tre giornalisti sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Teramo per aver violato il Dpcm in vigore nell’emergenza coronavirus. Andrebbero dunque incontro a una sanzione pecuniaria per aver partecipato alla celebrazione a porte chiuse per la consegna della fascia tricolore alla santa protettrice, la Madonna dello Splendore. “Grande il mio stupore e quello generale: non sono il primo sindaco ad affidare la propria città al patrono, in questa situazione – racconta Costantini a Tgcom24. – I carabinieri prima hanno tentato di interrompere la funzione, poi mi hanno atteso fuori dal santuario, ma io sono la massima autorità civile e il capo della protezione civile: non ho bisogno dell’autodichiarazione per girare”. La denuncia sarebbe partita da consiglieri dell’opposizione e alcuni cittadini. (tgcom24)