Tale gesto è stata la risposta spontanea alla delibera di Giunta 231/2019 con la quale chi governa la Città di Bisceglie ha autorizzato la sostituzione di un busto di Papa Giovanni Paolo II

Un comitato spontaneo per protestare contro la statua di Papa Giovanni Paolo II.

Un gruppo spontaneo di liberi cittadini ha piantato, nell’aiuola di piazza Armando Diaz, una quercia. Tale gesto è stata la risposta spontanea alla delibera di Giunta 231/2019 con la quale chi governa la Città di Bisceglie ha autorizzato la sostituzione di un busto di Papa Giovanni Paolo II con una statua dell’altezza totale di oltre due metri (compresa base) raffigurante sempre lo stesso personaggio religioso.

Il nostro gesto ha un chiaro significato civile. Riteniamo che l’ubicazione della nuova opera sia inopportuna in quanto, trovandosi in un luogo cruciale come piazza Diaz, che accoglie chi giunge in treno nella Città di Bisceglie, risulta divisiva e non rappresentativa dell’intera comunità cittadina, soprattutto con un manufatto di tali proporzioni.

Il prospetto del principale corso cittadino inoltre meriterebbe, a nostro avviso, un simbolo capace di rappresentare tutti i cittadini e la città, non solo una parte di essi. Per questo motivo abbiamo scelto la quercia, storico simbolo della città di Bisceglie e presente nel suo stemma. (Bisceglie live)