A marzo il via libera del Congresso a gruppi di fede e altre organizzazioni no profit per accedere agli aiuti per il Covid

Coronavirus, fondi per miliardi alla Chiesa Usa. Incluse le diocesi coinvolte in casi di pedofilia.

Nel mezzo della pandemia di coronavirus, la Chiesa cattolica americana ha fatto una campagna di pressione sulle autorità federali per modificare i requisiti che consentivano di accedere al piano del governo di sostegno alle imprese e poter avere così i prestiti, cosa che le ha consentito di incassare almeno 1,4 miliardi di dollari (pagati dai contribuenti) e diventare una delle più grandi beneficiarie degli aiuti governativi. Lo scoop è dell’Associated Press, che ha analizzato i dati federali e si è accorta che a ricevere i fondi sono state anche diverse diocesi coinvolte in casi di pedofilia: molte di queste avevano accumulato grossi debiti per via delle spese legali e le compensazioni alle vittime. […] L’Ap calcola che le “segnalazioni di abusi sono triplicate durante l’anno conclusosi a giugno 2019 fino a un totale di circa 4.500 a livello nazionale”… (la repubblica)