Milano Il comportamento di don Mauro Galli, prete della parrocchia di Rozzano, fu «abominevole»

“Abominevoli gli abusi del prete”

Le motivazioni della condanna di don Galli. Niente reati per la Curia.

Questa è la conclusione cui sono arrivati i giudici chiamati a giudicare il sacerdote accusato di violenza sessuale, ma anche a districarsi in un processo su cui l’ombra delle inerzie e delle coperture fornite dai superiori si è fatta sentire a lungo. Anche perché il più alto in grado, tra i superiori di don Galli coinvolti nella vicenda, era Mario Delpini: allora vicario episcopale, oggi Arcivescovo di Milano. E che proprio per il suo ruolo nell’affaire, si disse, vide sfumare l’anno scorso la promozione a cardinale. (il Giornale.it)

2018-11-24T00:35:19+00:00