Le opere di J.K.Rowling al bando in una biblioteca del Tennessee

Il reverendo Usa vieta i libri di Harry Potter: «Gli incantesimi sono veri»

Dan Reehill non ha preso la decisione a cuor leggero: prima ha voluto ascoltare il parere dei professionisti. E così ha consultato un gruppo di esorcisti tra gli Stati Uniti e il Vaticano. Il loro verdetto pare sia stato unanime: fuori Harry Potter dalla rinnovata biblioteca della scuola. Il reverendo della St Edward Catholic School di Nashville, Tennessee, ha mandato allora una mail ai genitori degli alunni (dall’asilo alla terza media) per avvisarli che avrebbe messo al bando i sette volume della saga: «Questi libri — si legge nella comunicazione alle famiglie, pubblicata dal The Tennessean — presentano la magia sia come bene che come male, il che non è vero, è anzi un astuto inganno. Gli incantesimi e le fatture usate nel testo sono veri, e letti da un essere umano rischiano di evocare spiriti malvagi alla presenza del lettore». «Accio», «wingardium Leviosa», «crucio», «imperio», «Stupeficium»: occhio a chi ha letto o pronunciato queste parole. (Corriere della sera)