Daniele Manin

Venezia, 13 maggio 1804 – Parigi, 22 settembre 1857

patriota e politico italiano

Patriota e politico italiano.

Imprigionato nelle carceri austriache per la sua attività patriottica, fu liberato a furor di popolo il 17 marzo 1848. Contribuì a fondare la Società nazionale italiana.

Giovanissimo talento, pubblicò le sue prime opere già da adolescente, incluso un trattato giuridico sui testamenti (1819) e soprattutto un commentario dei frammenti greci del Libro di Enoch (tratti dall’opera di Giorgio Sincello), nel quale Manin mostrò la sua abilità di analizzare le antiche fonti greche, latine ed ebraiche (1820). (Wikipedia)